#13Gennaio 1884… #Roma #AccaddeOggi, #Ettore #Petrolini

Nel 1884, nel Rione Regola, nasce Ettore Petrolini, figlio di un fabbro ferraio di Ronciglione e nipote di un falegname di Via Giulia. “Io provengo, e lo dico con orgoglio, da una piazza di pubblici spettacoli: Piazza Guglielmo Pepe, e da lì nei piccoli caffè-concerto, dove in fondo a quei bottegoni c’era sempre un palcoscenico arrangiato alla meglio”.

Accadde il 13 Gennaio

Giorno delle Idi del Calendario Romano.

86 a.C.  Muore il Console Caio Mario.

1723      Appare in molte strade di Roma una lapide che recita “D’ordine espresso di Monsignor Ill.mo Presidente delle Strade si proibisce a ciascuna persona di qualsivoglia grado e condizione che non ardisca o presuma gettare ne far gettare per qualsivoglia pretesto veruna specie di immondezza calcinaccio paglia erbaccia animali morti o altro simile …”.

1793      Mentre transita in carrozza per Via del Corso esibendo le coccarde tricolori della Repubblica Francese, Nicolas-Jean Hugou de Bassville (Segretario dell’Ambasciatore francese a Napoli, inviato a Roma con l’incarico di propagandare la causa della Rivoluzione francese) viene assalito a colpi di pietre dalla folla antirivoluzionaria e papalina al grido “Morte ai giacobini!”; trascinato fuori dalla carrozza, malmenato brutalmente e colpito da un fendente di rasoio alla gola, muore dopo un’agonia durata alcune ore.

1984      Muore Fulvio Bernardini. Soprannominato dai tifosi “Fuffo”, “Professore” o “Dottore” (era laureato in Scienze economiche), gioca nella Lazio, nell’Inter e nella Roma. Dal 1974 al 1977 è commissario tecnico della Nazionale Italiana.

1998      Alfredo Ormando, scrittore di origini siciliane, si da fuoco in Piazza San Pietro per protestare contro l’atteggiamento della Chiesa cattolica nei confronti degli omosessuali. Morirà dopo 10 giorni di atroci sofferenze nell’Ospedale romano Sant’Eugenio, dove era stato ricoverato in fin di vita dopo che due poliziotti avevano cercato di spegnere le fiamme che lo avvolgevano.