#8Agosto 11 d.C. … #RomaAntica #AccaddeOggi, muore l’#Imperatore #Traiano

Nel 117 d.C. muore a Selinus, in Cilicia, Marco Ulpio Nerva Traiano, imperatore romano dal 98. Durante il suo Principato l’Impero Romano raggiunge la massima estensione territoriale (6,5 milioni di chilometri quadrati). Viene considerato, in virtù delle sue grandi capacità politiche, uno dei migliori Imperatori della storia di Roma. Fino alla fine dell’Impero Romano ogni nuovo Imperatore dopo di lui verrà eletto dal Senato con la formula: “possa tu essere più fortunato di Augusto e migliore di Traiano” (“Felicior Augusto, melior Traiano”). Dante, nella Divina Commedia, colloca Traiano in Paradiso, nel Cielo di Giove, e precisamente fra i sei spiriti giusti che formano l’occhio della mistica aquila: ciò probabilmente a causa di una leggenda di epoca medievale, secondo la quale Papa Gregorio I, colpito dalla mitezza dell’Imperatore, avrebbe ottenuto da Dio la sua resurrezione per battezzarlo.

Accadde il 8 Agosto

1522      I fedeli portano in processione il Corcefisso di S. Marcello per chiedere che venga debellata la pestilenza che flagella la città.

1685      Muore il pittore Giovanni Battista Salvi, detto “il Sassoferrato”, allievo del Domenichino (a sua volta allievo del Carracci). Sua è la pala d’altare della basilica di Santa Sabina all’Aventino.

1864      Negli scavi del Palazzo Righetti, in ricostruzione a Piazza del Biscione, viene alla luce una Statua di Ercole di bronzo dorato.

1959      Muore Don Luigi Sturzo, fondatore del Partito Popolare Italiano.

1971      Muore Ludovico Spada Veralli Potenziani, Governatore di Roma dal 1926 al 1928.

Annunci