#29Aprile 801… #Roma #AccaddeOggi, il terribile #terremoto

Nell’801 viene avvertito un terremoto. Gli Annales di Eginardo ricordano che quel giorno l’Imperatore Carlo Magno si trova a Spoleto quando si verifica un fortissimo terremoto che scuote tutta l’Italia e causa il crollo del tetto della basilica di S. Paolo fuori le Mura. Il “Liber Pontificalis”, nella vita di Leone III, ricorda: “A causa dei nostri peccati, avvenne improvvisamente un terremoto, la chiesa di S. Paolo Apostolo fu scossa dal terremoto e i suoi tetti crollarono. Il grande ed illustre pontefice vedendo ciò ebbe grande dolore e prese a lamentarsi sia per le suppellettili d’argento, sia per le altre suppellettili che nella chiesa andarono distrutte o rovinate. Ma con l’aiuto e la protezione del Signore, il pontefice, impegnandosi con tutte le sue forze, restaurò la chiesa come si trovava fin dai tempi antichi, rafforzandola grandemente, e ne migliorò l’aspetto decorando con marmo sia il presbiterio che la chiesa e rinnovando i suoi portici”.

Accadde il 29 Aprile

193 a.C.          Eclisse totale di Luna.

1379      Alberico da Barbiano (condottiero e capitano di ventura) sconfigge le milizie mercenarie Bretoni dell’Antipapa Clemente VII in battaglia a Marino e Urbano VI lo nomina “Cavaliere di Cristo”, donandogli una bandiera con la scritta “Italia liberata dai barbari”.

1887      Il Sindaco Torlonia visita il quartiere in costruzione dei prati di Testaccio.

1936      Inaugurazione del Granaio dell’Urbe al Porto Fluviale di Roma.

1982      Un incendio, causato da un malfunzionamento tecnico, brucia l’intera struttura del Teatro Ambra Jovinelli.